Archivi tag: guida

Le due anime della Liguria

Il Prossimo 31 Luglio 2016, guiderò un’escursione per l’Associazione Four Seasons – Natura e Cultura nel Parco Naturale Regionale del Beigua… chi voglia unirsi è, come sempre, il benvenuto!

Descrizione – La Liguria non è solo spiagge e mare affollato, ma anche paesaggi mozzafiato e ricchezze naturali meravigliose. L’escursione propone un itinerario ad anello nel Parco del Monte Beigua, alla scoperta di uno dei tratti più spettacolari dell’Alta Via dei Monti Liguri, che si snoda sullo spartiacque tra il versante padano e quello ligure affacciato direttamente sul mare, offrendo un panorama che va dalle Alpi Apuane alle Alpi Liguri.

Programma – Partiremo dal Rifugio Pratorotondo, dove sorge anche il punto informativo Bruno Bacoccoli del Parco Naturale Regionale del Beigua. Camminando, raggiungeremo il Rifugio Argentea e ammireremo i block field che rendono famosa questa zona del Parco. Scopriremo lentamente le due anime della Liguria: il verde delle montagne e il blu del mare.

Cosa portare: Tessera associativa (a chi non l’ha verrà fatta la momento a un costo di 10€ per un anno), pranzo al sacco, calze e scarpe da trekking, occhiali da sole, cappello, pile, zaino giornaliero, crema solare. Importante la dotazione d’acqua e indumenti adatti a proteggersi dal sole.
Trasporti locali: mezzi propri
Pasti: pranzo al sacco (non incluso)
Prenotazioni entro: le 13:00 di sabato 30 luglio, presso i nostri uffici allo 324 8486608. Oppure via email, scrivendo a segreteria.milano@fsnc.it e attendendo la riconferma.
Data partenza: 31-07-2016
Dislivello: 580 m
Lunghezza: 10,40 km
Appuntamento 1: ore 07:00 – Milano, Viale Famagosta, stazione taxi presso fermata MM1
Appuntamento 2: ore 09:30 – Rifugio Pratorotondo, Via Pratorotondo 2, Cogoleto

Escursione: Le due Anime della Liguria

Il Prossimo 31 Luglio 2016, guiderò un’escursione per l’Associazione Four Seasons – Natura e Cultura nel Parco Naturale Regionale del Beigua… chi voglia unirsi è, come sempre, il benvenuto!

Qui puoi trovare tutti i dettagli

Sito web dell’Associazione per iscriversi e chiedere maggiori informazioni

Descrizione – La Liguria non è solo spiagge e mare affollato, ma anche paesaggi mozzafiato e ricchezze naturali meravigliose. L’escursione propone un itinerario ad anello nel Parco del Monte Beigua, alla scoperta di uno dei tratti più spettacolari dell’Alta Via dei Monti Liguri, che si snoda sullo spartiacque tra il versante padano e quello ligure affacciato direttamente sul mare, offrendo un panorama che va dalle Alpi Apuane alle Alpi Liguri.

Programma – Partiremo dal Rifugio Pratorotondo, dove sorge anche il punto informativo Bruno Bacoccoli del Parco Naturale Regionale del Beigua. Camminando, raggiungeremo il Rifugio Argentea e ammireremo i block field che rendono famosa questa zona del Parco. Scopriremo lentamente le due anime della Liguria: il verde delle montagne e il blu del mare.

Cosa portare: Tessera associativa (a chi non l’ha verrà fatta la momento a un costo di 10€ per un anno), pranzo al sacco, calze e scarpe da trekking, occhiali da sole, cappello, pile, zaino giornaliero, crema solare. Importante la dotazione d’acqua e indumenti adatti a proteggersi dal sole.
Trasporti locali: mezzi propri
Pasti: pranzo al sacco (non incluso)
Prenotazioni entro: le 13:00 di sabato 30 luglio, presso i nostri uffici allo 324 8486608. Oppure via email, scrivendo a segreteria.milano@fsnc.it e attendendo la riconferma.
Data partenza: 31-07-2016
Dislivello: 580 m
Lunghezza: 10,40 km
Appuntamento 1: ore 07:00 – Milano, Viale Famagosta, stazione taxi presso fermata MM1
Appuntamento 2: ore 09:30 – Rifugio Pratorotondo, Via Pratorotondo 2, Cogoleto

1a Giornata Nazionale GAE: sul Sentiero del Viandante con le Guide

La giornata iniziava incerta: il meteo era infausto, ma, come sempre prima di un’escursione, avevo chiesto a Chi sta lassù un po’ di clemenza e un’occhiata di sole per goderci meglio l’esperienza. E sono stata ascoltata!

In 27 indomiti, ci siamo trovati a Varenna, davanti alla stazione, per partire in direzione di Bellano e quindi di Dervio, seguendo le tracce arancioni del Sentiero del Viandante. La più giovane: una bimba di sei anni, bravissima e curiosissima. Il più attivo: Davon, un labrador che ha percorso almeno 4 volte la nostra distanza.

Una bellissima giornata per scoprire insieme chi sono le Guide Ambientali Escursionistiche e cosa fanno, nella cornice meravigliosa del Lago di Lecco, con i suoi scorci e il paesaggio frutto dell’interazione secolare dell’uomo con la Natura.

Arrivederci alla prossima e… Buon Cammino!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Guida al Cammino di Santiago per tutti: sostieni FreeWheels

20140410-140321.jpg

Progetto di mappatura dei percorsi e di censimento delle strutture ricettive e di servizio del Cammino di Santiago de Compostela, da Saint Jean Pied de Port a Finisterre, finalizzato alla realizzazione di una Guida al Cammino di Santiago, per tutti, rivolta a persone con disabilità fisica o sensoriale.

Come nasce questo progetto?

Pietro Scidurlo, 36 anni, di Somma Lombardo (Varese), disabile motorio dalla nascita, percorre negli anni 2012 e 2013 il cammino di Santiago, da Saint Jean Pied de Port a Santiago de Compostela con una handbike, terminando il cammino a Muxia e Finisterre. Queste esperienze lo hanno convinto dello straordinario contributo che il Cammino può dare alla formazione e consolidamento del carattere, dell’aiuto che si può ricevere per il superamento dei problemi personali e di relazione.
Matura quindi il progetto di creare una guida che offra tutte le informazioni necessarie a far sì che persone con disabilità possano realizzare l’esperienza del cammino di Santiago, nel rispetto delle loro esigenze.

A chi è rivolto?

A persone portatori di una disabilità a vario titolo: disabili motori, non vedenti, ipovedenti, audiolesi. Ma la guida conterrà informazioni utili a persone che soffrono di una riduzione permanente dell’autonomia a causa di malattie o di condizioni fisiche particolari: celiaci, diabetici gravi, diallizzati, anziani con ridotte capacità fisiche. Estendendo l’accezione del termine “disabile” ci si intende rivolgere infine anche a persone che non sono in grado di portare pesi per problemi alla colonna vertebrale, ad anziani e genitori che intendono portare con sé figli in tenera età.

Cosa verrà realizzato?

Verrà realizzata una guida in forma cartacea contenente le indicazioni di 3 percorsi:
– uno corrispondente al cammino classico, segnato con le frecce gialle
– uno su strade asfaltate, per chi si muove con handbike o ausili simili
– uno su un percorso misto, comprendente sterrati, utilizzabile da chi si muove con carrozzine autospinte, carrozzine elettriche ecc.
Verranno censite e segnalate le strutture ricettive lungo il cammino per verificarne l’accessibilità da parte di disabili.
Verranno individuate le strutture e i servizi di ausilio principali (fontane, bar, trattorie, farmacie, supermercati, ambulatori medici, ospedali, officine ortopediche, ecc.)
Saranno rese disponibili le tracce GPS dei tre percorsi, complete dei waypoint delle strutture e dei servizi censiti.

Chi realizzerà il progetto?

FREE WHEELS ONLUS, un’associazione di utilità sociale senza fine di lucro che ha lo scopo di divulgare, sensibilizzare e dare vita a iniziative in grado di abbattere le barriere sia mentali sia fisiche, verso persone con disabilità.
L’associazione si propone di incentivare lo sviluppo dell’indipendenza fisica e sociale di ragazzi disabili, sostenendoli sia moralmente che psicologicamente. FreeWheels Onlus opera non solo sulla mappatura di percorsi ed itinerari per persone con disabilità, ma è altresì attiva nelle scuole per sensibilizzare ragazzi e futuri professionisti sull’abbattimento delle barriere architettoniche e mentali verso le persone diversamente abili. www.freewheels.it.
TERRE DI MEZZO EDITORE nasce nel 1994 come giornale di strada, facendo informazione sociale. Tra i primi libri pubblicati, nel 1999 la Guida al Cammino di Santiago de Compostela, giunta alla settima edizione (oltre 50.000 copie distribuite). Oggi Terre di mezzo è l’editore di riferimento per le guide ai Cammini storici e di lunga percorrenza, con la collana Percorsi dedicata a chi viaggia a piedi e in bicicletta. Negli anni ha pubblicato le guide a tutti i cammini per Santiago ed ai principali cammini in Italia. www.percorsiditerre.it.

La guida sarà solo su carta? E quando sarà disponibile?

Il primo obiettivo del progetto è rendere disponibile nella primavera 2015 la guida in formato cartaceo. Successivamente lavoreremo per realizzare una app per smartphone e tablet, una versione in formato testo per non vedenti e ipovedenti. E ancora un’eventuale versione in lingua inglese e spagnola.

Si potrà avere una guida anche per altri cammini?

La realizzazione del presente progetto è considerata una prima tappa, alla quale seguiranno altri progetti tesi a rendere accessibili ulteriori itinerari di lungo percorso, in Italia e in Europa: la Via Francigena da Canterbury a Roma, il cammino di Francesco ecc.

IL PROGETTO HA BISOGNO DEL TUO SOSTEGNO

Perché?
Questo è un progetto basato sul lavoro volontario e gratuito di un gruppo di persone che sostengono l’attività di Pietro e di Free Wheels. Comporta però alcune spese vive: attrezzature informatiche, noleggio di un auto, spese di autostrada e benzina, spese di vitto e alloggio per le due spedizioni previste nei mesi di aprile (5 persone per 30 gg.) e luglio (5 persone per 45 gg), spese di aereo per le persone che si alterneranno durante la rilevazione del percorso. Questi costi ammontano per Free Wheels a oltre 20.000 €

Cosa posso fare per sostenere il progetto?
Puoi contribuire nella misura e con il metodo che preferisci. Noi ti proponiamo questo sistema: acquista in prevendita da Terre di Mezzo una o più copie della guida, per te, per fare un regalo a un amico. Il costo complessivo è di 24 €, dei quali 20 € per la guida e 4 per le spese di spedizione. Puoi versare questo importo con le seguenti modalità:

Free Wheels Onlus, Corso Europa 18/20 – 21019 SOMMA LOMBARDO (VA)

IBAN IT 70 D 02008 50560 000102494094

Causale: DONAZIONE PER PROGETTO SANTIAGO PER TUTTI

indicando i seguenti dati:

Cognome e nome
Indirizzo
Città
Provincia
email
n. copie acquistate

Per sicurezza dovrà essere mandata una email a info@freewheels.it con la copia della ricevuta di versamento oppure con i dati completi di chi ha effettuato il versamento. I tuoi dati saranno girati a Terre di Mezzo che, quando uscirà la guida (primavera 2015), te ne spedirà una copia al tuo indirizzo.
Riteniamo che sia un sistema di sostegno semplice ed efficace. Tieni conto che la guida, pur essendo scritta con particolare riferimento ai disabili motori e sensoriali, sarà utilizzabile da tutti viste le moltissime informazioni cartografiche sui cammini descritti, sulle strutture di alloggio, sui servizi a disposizione dei pellegrini, sulle tracce GPS messe a disposizione.

Puoi inoltre effettuare un contributo volontario dell’importo che vuoi utilizzando le coordinate bancarie che ti abbiamo indicato.

Ci sono altri modi, oltre all’acquisto della guida, per collaborare al progetto?
Sì, i modi sono diversi. Organizzare una presentazione del progetto, diffonderlo ad associazioni, enti, società che possono essere interessate, che ritieni particolarmente sensibili ai problemi legati alla disabilità. Puoi procurarci il sostegno di qualche azienda o di privati in grado di dare al progetto un contributo finanziario, anche piccolo. Se sei pellegrino o pensi di andare quest’anno sul cammino di Santiago puoi aiutarci a testare alcuni tratti del percorso, a verificare alcune informazioni delle quali possiamo non essere sicuri.
Ma di queste cose puoi parlarne direttamente con Pietro scrivendogli all’indirizzo info@freewheels.it pietro.scidurlo@gmail.com o telefonandogli al n. 340.3914360, dalle 8 alle 20 dei giorni feriali. Se mandi un SMS verrai prontamente ricontattato.

Descrittivo da Milano al Monginevro

La parte più complicata del Cammino che farò quest’estate è forse percorrere all’incontrario la Via Francigena fino al Monginevro, più complicata almeno concettualmente, visto che non esiste una guida per questo percorso nella direzione da me scelta. E allora? E allora ho presto la Guida alla Via Francigena, di cui già ho parlato nel post sulla bibliografia e ho rielaborato il descrittivo dell’itinerario da est verso ovest. Se qualcuno avesse bisogno di percorrerlo, eccolo qui, in formato PDF:

100GiorniSulCammino – Milano-Monginevro

Ovviamente è da verificare, ma questo potrò farlo solo al mio ritorno. Avendo in programma di portarmi comunque copia delle mappe della guida e le indicazioni sui luoghi da visitare, non ho incluso una cartografia a corredo in questo documento, a parte quella di alcuni tratti mancanti o non chiari nelle mappe della guida, ma li inserirò in una versione più avanzata, in modo da avere tutto insieme. Quindi, se vi servono, tenete in conto che arriveranno prossimamente!

Buon Cammino!